Analisi di Bilancio

Intro Analisi di bilancio

Con Basilea 2 si avrà un un nuovo rapporto tra Banca e Impresa, nel quale le aziende saranno sottoposte continuamente alla valutazione della loro struttura economica, finanziaria e patrimoniale, e solo se otterranno un voto sufficientemente soddisfacente potranno godere del credito da parte delle Banche.

Leggi tutto: Intro Analisi di bilancio

 

Analisi per margini

L’analisi per margini è sostanzialmente un' analisi di struttura e tende ad accertare le relazioni esistenti tra le varie classi di attività e di passività (nello Stato Patrimoniale riclassificato) e di costi e ricavi (nel Conto Economico riclassificato) è un' analisi particolarmente semplice basata su indici-differenza e che costituisce la base logica della più elaborata analisi per indici.
Gli indicatori di bilancio di cui sopra, definiti con il termine di margini e che scaturiscono dal raffronto tra le voci riclassificate dello stato patrimoniale, hanno, essenzialmente, lo scopo di valutare la struttura finanziaria della impresa, permettendo di osservare eventuali squilibri esistenti tra il fabbisogno dell’impresa e le fonti utilizzate per farvi fronte.

Leggi tutto: Analisi per margini

 

Analisi per indici

Oltre all’analisi per margini, l’analista d’ impresa può effettuare gli opportuni approfondimenti, facendo ricorso agli indici di bilancio. Questi, possono, sostanzialmente essere suddivisi in tre grandi gruppi:
1) Indici di analisi patrimoniale;
2) Indici di analisi finanziaria;
3) Indici di analisi reddituale;

Approfondisci l'analisi per indici...

 

Analisi per flussi

Un ulteriore fase di monitoraggio aziendale, definita analisi per flussi, è rappresentata dalla redazione del rendiconto finanziario, ovvero un prospetto tramite il quale vengono individuate le variazioni monetarie che si manifestano in un determinato arco temporale.

Lo studio dei flussi finanziari è molto importante in quanto permette di poter gestire in modo adeguato il complesso rapporto esistente tra fabbisogno di liquidità e risultato d’esercizio.

Leggi tutto: Analisi per flussi

 

Riclassificazione bilancio

Per utilizzare efficacemente le suddette diverse metodologie di analisi, ai fini della valutazione per margini, per indici e per flussi della situazione economica, finanziaria e patrimoniale dell’azienda, occorre però procedere innanzitutto ad una riclassificazione del Bilancio. Questa operazione consiste nell’aggregare e raggruppare i molteplici valori del Bilancio per interpretare meglio l’andamento dell’impresa.

Leggi tutto: Riclassificazione bilancio

   

Criterio Funzionale

Stato Patrimoniale riclassificato con il criterio Funzionale

Una metodologia di riclassificazione della situazione patrimoniale, alternativa a quella finanziaria è quella che adotta il criterio funzionale.

Tale criterio si fonda sul concetto che la solvibilità di un'impresa si basa sulla sua capacità  di generare risorse necessarie e sufficienti per quantità, qualità e tempo a far fronte ai propri bisogni.

La riclassificazione funzionale  pone a confronto il capitale proprio e l'indebitamento finanziario con gli investimenti netti della stessa impresa.

Per investimenti netti si intende il capitale investito ottenuto dallo Stato patrimoniale sottraendo dall'Attivo le passività direttamente connesse all'esercizio dell'impresa (debiti di funzionamento, TFR , passività che non generano oneri finanziari espliciti).

Tale riclassificazione tende a privilegiare il concetto di investimento produttivo di reddito ed è più appropriato per analisi reddituali.

Anche con taleimpostazione si suddividono gli impieghi di capitale dalle fonti di capitale.

Leggi tutto: Criterio Funzionale

   
Cookies Policy