Banca Valsabbina: approvata la situazione patrimoniale ed economica al 30 giugno 2018

È stata approvata dal Consiglio di Amministrazione di Banca Valsabbina la situazione patrimoniale ed economica semestrale al 30 giugno 2018: in miglioramento tutti i principali risultati economici. Banca Valsabbina: i risultati del primo semestre 2018Numeri che fanno guardare con fiducia al futuro: il primo semestre di Banca Valsabbina si chiude con un miglioramento di tutti i principali risultati economici. Questa la situazione patrimoniale ed economica al 30 giugno 2018, approvata dal Consiglio di Amministrazione del più importante istituto di credito bresciano. Gli incrementi più significativi sono legati alla raccolta diretta complessiva, che arriva a sfiorare i 5 miliardi di euro (+ 4,15%), e l’utile netto, che raggiunge gli 8 milioni di euro. Ammontano a 2.683 mln gli impieghi a clientela in bonis, altra voce che ha fatto registrare un segno positivo di oltre il 5% rispetto al 30 giugno 2017. Le nuove erogazioni a medio termine hanno raggiunto l’importante cifra di 342 milioni di euro (256 milioni di euro nel primo semestre 2017) e la riduzione dei crediti deteriorati netti è arrivata a 56 milioni di euro. Le politiche commerciali della Banca si sono rivelate molto positive anche nell’acquisizione di nuova clientela, fattore agevolato dall’apertura di nuove filiali. Il numero dei conti correnti è, infatti, passato da 77.901 al 30 giugno 2017 agli attuali 81.713, con una crescita del 4,9%. In aumento, infine, anche il numero dei soci: dai 38.574 di 12 mesi prima è arrivato a quota 38.872. Banca Valsabbina: il profilo dell’istituto di credito bresciano Da oltre cento anni Banca Valsabbina si pone come interlocutore di famiglie, artigiani, piccole attività economiche e PMI, accompagnando la crescita e lo sviluppo economico del territorio bresciano. Attraverso una struttura operativa e decisionale snella, l’istituto di credito offre al cliente riferimenti certi per tutte le problematiche e le necessità, con tempi di attesa brevi. Sono 70 le filiali (50 in provincia di Brescia e 20 suddivise tra le province di Verona, Vicenza, Trento, Monza e Brianza e nelle città di Modena, Bergamo, Milano, Padova e Treviso) che hanno agevolato il consolidamento negli anni della presenza sul mercato e hanno generato oltre 7 miliardi di euro di masse gestite. Grazie a questi numeri, Banca Valsabbina è diventata leader sul territorio bresciano per importanza e continua a crescere, come evidenziato dai risultati raggiunti nel primo semestre 2018. Il rafforzamento dell’attività, con l’apertura di nuovi sportelli e l’offerta di servizi specialistici e innovativi, rappresenta uno dei principali obiettivi per il futuro, insieme al sostegno dell’economia locale al fianco di famiglie e imprese.
www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2018-06-05/test-authority-il-piano-terna-12-miliardi-potenziare-rete-205811.shtml?uuid=AEZPis0E’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 5 =