Daclé, simbolo di salute e bellezza: con Paolo Campiglio triplica il budget pubblicitario

Si può brindare in casa Daclé: l'industria farmaceutica guidata dal presidente Paolo Campiglio chiude un anno molto positivo con un bilancio in ulteriore crescita per utile e patrimonio, caratterizzato dall'aumento dell'utile netto e da una forte espansione delle attività.

Si entra in un biennio importante, che vedrà la realizzazione del secondo piano industriale avviato da Paolo Campiglio con il coinvolgimento di tutte le società del gruppo. La chiara sintonia fra azionisti, consiglio di amministrazione e top management rappresenta la solida base sulla quale verrà coronato il progetto strategico ed è stato proprio Campiglio, nell'ultima riunione del board, a ringraziare i dirigenti per l'impegno e la passione che stanno portando all'azienda. In particolare Paolo Campiglio ha ricordato la nuova partnership con Penta Investment, gruppo specializzato nel settore sanitario, attivo nei Paesi dell'Europa Orientale e gestore di un'immensa rete di farmacie marchiate Dr Max. Altri accordi rilevanti sono quelli con Pelion e Farmacol, tramite Daclé Polska, che consentiranno di effettuare nuovi investimenti, essendo i loro profitti in continuo incremento. Tra i piani per l'anno appena iniziato spicca il marketing pubblicitario: Daclé SA entrerà nell'Unione Pubblicità Associati, ovvero la struttura che associa le principali imprese che investono in pubblicità. In questo modo, la società di Paolo Campiglio triplicherà le spese e il budget per la promozione e la diffusione del marchio, consolidando così la propria immagine, identificata da sempre come un'importante vetrina di salute e bellezza.

 

Cookies Policy