Tante informazioni sul Credito di Romagna nella pagina dedicata, sul sito di Giovanni Mercadini

Dal progetto iniziale ai risultati concreti ottenuti negli anni di attività: scoprite tutti i dettagli sul Credito di Romagna, banca voluta e realizzata da Giovanni Mercadini.Giovanni Mercadini è il titolare del Credito di Romagna. Nel suo sito ufficiale ha dedicato una pagina alla banca, per far conoscere il percorso che ha portato alla sua realizzazione, tutte le caratteristiche innovative, i vantaggi riservati ai clienti, i risultati ottenuti nei suoi primi otto anni dall′apertura e molto altro.CREDITO DI ROMAGNA E GIOVANNI MERCADINIE′ grazie a Giovanni Mercadini che prende vita il Credito di Romagna; proprio da lui infatti nasce il desiderio di realizzare questa banca, che è stata pensata per ripercorrere i passi di un′altra banca nella quale aveva lavorato per molti anni, il Credito Romagnolo. Il Dott. Mercadini istituisce quindi un comitato promotori che comincia a fare forma all′istituto bancario, che aprirà ufficialmente i primi sportelli al pubblico nel novembre del 2004. CREDITO DI ROMAGNA – SERVIZI E RISULTATI OTTENUTILa mission con il quale viene pensato il Credito di Romagna è quella di porsi al servizio dei cittadini del territorio locale: “la banca fatta dai forlivesi per i forlivesi” è infatti il motto che la caratterizza.Per i clienti sono pensati servizi vantaggiosi e vengono riservate condizioni di favore.Questo, insieme alla professionalità dei dipendenti ha permesso di acquisire in soli 5 anni 16.000 clienti e 700 milioni di depositi bancari.Il Credito di Romagna accorda fiducia agli imprenditori locali e permette ai cittadini di dare vita alle loro idee imprenditoriali.Credito di Romagna: banca moderna e solida, che si pone al servizio del romagnoli. Potrete trovare queste e molte altre informazioni nella pagina del sito ufficiale del fondatore, Giovanni Mercadini.
www.catalogoarredamento.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − cinque =