Massimo Binelli: da campione a Mental Coach

Massimo Binelli è un imprenditore e Business Coach fondatore di imprese di successo, preparatore atletico ed ex campione sportivo.Massimo Binelli è anche un qualificato Sport Coach: fin da giovanissimo ha partecipato ad importanti competizioni di sollevamento pesi, disciplina a cui si era avvicinato da bambino perché considerato “gracilino”. È indiscutibilmente un uomo dalla personalità poliedrica dotato di grande tenacia e indubbi successi: formatore sportivo e professionale, giornalista e imprenditore nel settore marketing.PERCHE′ DIVENTARE CERTIFIED MENTAL COACH?Massimo Binelli diventa uno sportivo di livello agonistico quando ancora il moderno Coaching non era noto in Italia. Quando sente parlare per la prima volta di Mental Coaching, Training mentale, visualizzazione e altri concetti affini, si rende conto che per primo aveva già sperimentato sulla sua pelle queste tecniche che lo avevano aiutato a conseguire i numerosi successi sportivi. Decide di diventare un Mental Coach certificato a livello internazionale e di iniziare a trasmettere agli altri i “segreti” della mente per essere persone vincenti.Come Sport e Business Coach Massimo Binelli si occupa di intervenire sulle seguenti capacità:- Potenziare le abilità individuali- Gestire la tensione – Incrementare la motivazione e la responsabilità- Aumentare le prestazioni.Massimo Binelli è stato atleta professionista ad alti livelli ed è tuttora un manager di successo: questi aspetti sono sicuramente essenziali per l’efficacia del suo intervento come Coach, poiché ha vissuto e vive tuttora le stesse esperienze degli utenti che a lui si rivolgono. IL DRAKENel 2003 Massimo Binelli pubblica il testo “La quotazione in borsa della Ferrari – Cambiamenti organizzativi, rischi e fattori critici” dove compare per la prima volta l’espressione “modello drake” con cui Binelli indica Enzo Ferrari e la sua storia: modello di innovazione e successo che denota una precisa impostazione mentale e stile di vita. Enzo Ferrari fin da ragazzino sognava di diventare pilota e oggi viene ancora ricordato per il suo grande successo nel settore dell’ingegneria automobilistica.La sua meta era sempre la stessa: migliorare i traguardi raggiunti, fare sempre meglio.Per la forza con cui ha combattuto per raggiungere i suoi obiettivi e realizzare i suoi sogni, il Drake resta e resterà un modello di leadership che Massimo Binelli definisce inavvicinabile.CURIOSITA′ SU MASSIMO BINELLIMassimo Binelli, originario di Carrara, a soli undici anni arriva al Vostok, all’epoca centro sportivo dedicato alla pesistica e alla cultura atletica. Nonostante fosse di costituzione esile, nell’arco di poco tempo attira l’attenzione del suo allenatore e di altri “addetti ai lavori” per la sua grande tenacia e determinazione. In breve tempo Massimo Binelli entra a far parte della squadra dei pesisti FILPJ, federazione italiana lotta, pesi e judo, grazie a uno degli insegnanti che diventerà fondamentale per lui, Luc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − nove =