Alessandro Profumo interviene al Premio Innovazione Leonardo 2017

Leonardo crede nei giovani e investe nella crescita tecnologica del Paese: il valore del Premio Innovazione nelle parole dell’AD Alessandro Profumo, intervenuto durante l’edizione 2017.L’AD Alessandro Profumo: l’edizione 2017 del Premio Innovazione Leonardo Per un’azienda come Leonardo che opera in settori in cui l’avanzamento tecnologico è indispensabile, l’innovazione è fondamentale. Lo ha ricordato l’Amministratore Delegato Alessandro Profumo intervenendo al Premio Innovazione Leonardo 2017 lo scorso 20 novembre al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano. Valorizzare il talento dei dipendenti del Gruppo è la ragione che ha portato tredici anni fa a istituire il prestigioso riconoscimento, dal 2015 assegnato anche ai progetti più meritevoli presentati da studenti universitari. “La condivisione della conoscenza, la costante attenzione ai clienti e la collaborazione con atenei e centri di ricerca sono fattori che contribuiscono a sviluppare capacità e competenze che produrranno innovazione sostenibile per il futuro” ha dichiarato l’AD Alessandro Profumo, sottolineando quanto sia importante sviluppare e promuovere tale cultura. In questo processo centrale è il ruolo delle persone, “siano esse dipendenti del gruppo, con professionalità ed esperienza, o giovani universitari con passione, creatività e coraggio di abbracciare il valore dell’innovazione come idea vincente”. Non a caso l’edizione 2017 ha visto la partecipazione di circa 900 progetti firmati dai lavoratori del gruppo, mentre la piattaforma dedicata al Premio per i giovani ha registrato oltre 7.800 contatti. Gli studi candidati riguardano diversi ambiti di ricerca: il campo delle tecnologie e soluzioni innovative per la tutela dei beni culturali, l’image intelligence, le tecnologie quantistiche per i sensori. Non a caso il Premio Innovazione Leonardo 2017 si configura anche come momento importante nello sviluppo del dibattito sulle ultime attività STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics). Oltre a riconoscimenti economici, per i primi tre classificati delle due categorie (studenti/neolaureati e dottorandi) sono previsti tirocini formativi all’interno dell’azienda: un’imperdibile occasione di crescita professionale per i vincitori che Leonardo mette in palio dimostrando ulteriormente di credere e di voler investire nei giovani di talento. “L’innovazione è un approccio mentale, un’intuizione creativa che ripensa in modo diverso ciò che conosciamo da sempre. È coraggio di rischiare, senza il quale difficilmente sceglieremmo di sperimentare” ha dichiarato l’AD consegnando i premi insieme al Presidente del gruppo Gianni De Gennaro. Alessandro Profumo: la carriera dell’AD di LeonardoAmministratore Delegato di Leonardo dal 16 maggio 2017, Alessandro Profumo vanta un’esperienza quarantennale in primarie realtà del settore bancario e finanziario. Laureato in Economia Aziendale presso l’Università Luigi Bocconi, opera inizialmente in Banco Lariano e dopo dieci anni passa a McKinsey & Company occupandosi di progetti strategici e organizzativi per aziende finanziarie. Entra in Bain, Cuneo & Associati nel 1989 in qualità di Responsabile delle relazioni con le istituzioni finanziarie e di progetti di organizzazione e sviluppo integrati: due anni dopo diventa Direttore Centrale responsabile dei settori bancario e parabancario per la RAS – Rie Adriatica di Sicurtà. Buona parte del suo percorso professionale si concentra in Unicredit: vi arriva nel 1994 quando è ancora Credito Italiano e successivamente coordinerà la fusione che porterà alla nascita di Unicredit. Nominato Amministratore Delegato del gruppo nel 1997, lo guida fino al 2010 contribuendone significativamente alla crescita. Da aprile 2012 Presidente della Banca Monte dei Paschi di Siena, nel 2015 diventa Consigliere e Presidente di Equita SIM, ruoli che ricopre fino al conferimento dell’incarico in Leonardo. Insignito dell’onorificenza di Cavaliere al Merito del Lavoro nel 2004, Alessandro Profumo è Consigliere della Fondazione Together To Go (TOG). Da luglio 2017 è inoltre Presidente Onorario dell’AIAD, Federazione Aziende Italiane per l’Aerospazio, la Difesa e la Sicurezza.
www.aemorgan.net’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 − due =