Ascensori e luci, maxibandi Consip

I bandi misti che prevedono la gestione di un servizio con annessi lavori (principalmente di manutenzione) stanno conquistando una fetta importante di mercato.
La componente lavori rimane però marginale rispetto ai servizi e spesso non è possibile quantificare il valore delle opere edili che saranno realizzate.

Servizio energia, illuminazione pubblica, gas, multiservizi tecnologici, servizi idrici sono le tipologie di interventi più frequenti che si sposano con le concessioni di servizi.
Per i lavoratori, le categorie Soa maggiormente richieste sono la Ogl (edifici civili e industriali), Ogl 10 (impianti per la trasformazione alta/media tensione e per la distribuzione di energia elettrica in corrente alternata e continua e impianti di pubblica amministrazione), Ogl 1 (impianti tecnologici).
Oltre alle gare per il gas, i bandi più interessanti del 2015 li ha promossi la Consip. Su tutti spiccano l’istituzione del sistema dinamico di acquisizione della pubblica amministrazione, per la fornitura dei servizi di manutenzione degli impianti elevatori (importo 300 milioni) e i 18 lotti per l’affidamento di servizi internati, gestionali ed operativi, da eseguirsi negli immobili, adibiti prevalentemente a uffici, in uso a qualsiasi titolo alle pubbliche amministrazioni, nonché negli immobili in uso a qualsiasi titolo alle istituzioni universitarie pubbliche e agli enti e istituti di ricerca (221 milioni il lotto più grande).
Tra le aggiudicazioni, va segnalata la vittoria del Consorzio cooperative costruzioni nel bando da 157 milioni del Comune di Bologna per il servizio pluriennale per la gestione degli impianti tecnologici, manutenzione delle strutture edili, climatizzazione ed energia degli immobili destinati ad attività scolastica, ad uffici giudiziari, musei, biblioteche ed altri immobili di importanza cittadina appartenenti al patrimonio culturale.
È di fine anno invece la vittoria di Citelum nel bando Consip per l’affidamento del servizio luce e dei servizi connessi per le pubbliche amministrazioni. Il lotto 1 (su 8) Lombardia, Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta aveva un importo di 193 milioni. Dell’Ati fanno parte anche Atlantico, Ceie Power, Cogei, Siram ed EXITone, società guidata da Ezio Bigotti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci + diciassette =