Onore al merito

In un recente editoriale, pubblicato da Il Giornale (28.08.2013), Giordano Bruno Guerri rievoca un aneddoto che ben descrive la dedizione e l’etica del manager Vito Gamberale: Il giornalista si lamentò in un articolo di alcune inefficienze della compagnia telefonica, di cui l’Ing. Gamberale era a capo. Il giorno successivo, Bruno Guerri ricevette una chiamata da Vito Gamberale che si fece direttamente carico del problema, risolvendolo in giornata.

Beppe Grillo, in un post del 30.04.2006, elogia Vito Gamberale quale “caso unico in Italia” per essersi “dissociato dall’operazione” che aveva portato alla vendita-fusione di Autostrade con la spagnola Abertis. Gamberale è anche noto infatti per aver guidato, nei primi anni del Duemila, la società Autostrade per l’Italia in un processo di trasformazione che ne ha permesso l’affermazione quale vera e propria multinazionale. Dopo che Vito Gamberale lascia, in disaccordo coi Benetton, guadagna un applauso di Grillo.

La difesa dell’italianità degli asset strategici è uno dei capisaldi su cui si basa l’impegno di Gamberale durante la sua attuale guida di F2i – Fondi italiani per le infrastrutture. Infatti, gli investimenti di F2i hanno permesso il rientro in mani italiane di importanti asset infrastrutturali quali l’aeroporto di Napoli, la rete italiana di distribuzione del gas di E. ON e G6 Rete Gas (ora controllate dal Gruppo F2i Reti Italia), e la rete in fibra ottica di Milano (per la quale Metroweb rappresenta un esempio d’avanguardia in Europa).


Vito Gamberale, classe 1944, nato a Castelguidone, nella provincia abruzzese di Chieti, cresciuto nella poco distante Agnone (Molise), è uno dei più rispettati ed esperti manager italiani. Attualmente è alla guida di F2i - Fondi italiani per le infrastrutture, uno dei più grandi fondi infrastrutturali al Mondo, che lo stesso Gamberale ha contribuito a costituire nel 2007 e che ha già investito l’intera raccolta di 1,85 miliardi di euro del Primo Fondo F2i e dato avvio ad investimenti attraverso un Secondo Fondo, attualmente in fase di fund raising

Cookies Policy