Tutte le novità introdotte nelle legislazioni relative al diritto all’oblio

La sentenza relativa al diritto all′oblio e gli interventi effettuati dai diversi Governi europei per adeguare le proprie legislazioni nazionali.Il percorso del diritto all′oblio in EuropaAll′interno del territorio europeo si è recentemente iniziato a discutere sempre più frequentemente della tematica relativa al diritto all′oblio, in seguito alla sentenza espressa dalla Corte di Giustizia dell′Unione Europea in merito alla richiesta pervenuta da parte di un cittadino spagnolo, il quale invocava il proprio diritto all′oblio in rete, grazie alla quale è stato necessario apportare delle modifiche alla legislazione corrente. Con la sentenza, tutti i motori di ricerca operativi in Europa hanno dovuto permettere ai propri utenti la segnalazione e la richiesta di deindicizzazione di eventuali link riportanti notizie lesive della propria persona o contenenti dati personali riferiti al soggetto stesso. Sin da subito si sono accese diverse polemiche, soprattutto in relazione alla mancanza di una normativa comunitaria unica in grado di regolare gli utilizzi della rete e dei dati da parte dei grandi colossi del settore e degli utenti stessi. Per tentare di arginare le numerose lacune presenti, i legislatori hanno iniziato ad apportare sostanziali modifiche alle diverse legislazioni nazionali, con l′intento di creare una sorta di piano di applicazione univoco e condiviso da tutti i paesi aderenti all′Unione Europea.Il diritto all′oblio per fallimenti e ipotecheCon la deliberazione a consultazione pubblica emessa il 19 Febbraio 2015 n.96, il garante della privacy intende apportare delle modifiche all′attuale legislazione riguardante le tematiche relative a fallimenti, pignoramenti ed ipoteche, in particolare per i soggetti impegnati nella fornitura di servizi di consulenza e informazione commerciale. Con questa proposta il garante della privacy intende porre una toppa ad una lacuna che si è protratta sino ad ora, impegnandosi a garantire per tutti i soggetti che siano stati vittime di pignoramenti, fallimenti o ipoteche di poter usufruire anch′essi del diritto all′oblio previsto per tutti gli altri soggetti, oltre a prevedere un′altra serie di garanzie al momento non previste.Informazioni relative alle ultime novità introdotte in merito al diritto all′oblio
www.archiviodegliiblei.it’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette + dieci =