Un ulteriore taglio della BCE

Oggi la BCE ( Banca Centrale Europea), ha attuato un ulteriore taglio del costo del denaro portando il tasso di riferimento a 1,25%, un nuovo minimo storico e Trichet ha aggiunto: «non è deciso a priori che l'attuale livello dei tassi sia il minimo che possiamo permetterci».

 

Ma tutto questo, secondo il presidente della Bce, non si e' ancora riflesso nel mercato monetario,dove resta uno spread elevatissimo tra il tasso di politica monetaria e l' Euribor, il parametro a cui sono indicizzati mutui, prestiti commerciali e obbligazioni a tasso variabile.

Secondo i calcoli di Nomisma, potranno usufruire di questo vantaggio le famiglie che hanno contratto mutui a tasso variabile con un risparmio di 400€ all'anno per un mutuo d' importo pari a 125.000€ di durata 20-25 anni.

Cookies Policy