Terna, Assemblea degli Azionisti 2019: l’intervento dell’AD e DG Luigi Ferraris

Executive Manager - Luigi Ferraris

Il 2018 è stato un anno di ulteriore crescita per Terna e "continuerà anche nei prossimi anni": lo ha sottolineato l'Amministratore Delegato e Direttore Generale Luigi Ferraris lo scorso 8 maggio intervenendo all'Assemblea degli Azionisti.

Per riprendere le parole della Presidente Catia Bastioli, i risultati registrati lo scorso anno confermano "la capacità del gruppo di essere all'altezza delle grandi sfide sul piano energetico ed elettrico e di giocare un ruolo nella transizione in atto a livello nazionale ed internazionale". Da queste premesse trae forza il nuovo Piano Strategico 2019-2023, che, come ricordato da Luigi Ferraris, "prevede un importante contributo del gruppo finalizzato all'ulteriore sviluppo e integrazione delle fonti di energia rinnovabile e all'efficienza energetica complessiva di un sistema elettrico in continua evoluzione". L'AD ha quindi parlato della "trasformazione senza precedenti in corso" facendo notare come nello scenario economico generale il vettore elettrico avrà un ruolo sempre più rilevante. Inoltre il crescente impiego di risorse rinnovabili, il progressivo abbandono delle fonti di generazione tradizionale, nonché le future politiche di efficienza energetica "avranno un impatto crescente nel futuro. Tale evoluzione comporterà, quindi, maggiori esigenze di investimento nelle reti". In questa prospettiva i 6,2 miliardi di euro che il gruppo guidato da Luigi Ferraris investirà per la rete elettrica italiana nel prossimo quinquennio rappresentano "l'impegno economico di Terna più alto di sempre, con un incremento di quasi il 20% rispetto ai 5,3 miliardi di euro del precedente Piano Strategico". Obiettivi: "Lo sviluppo della Rete di Trasmissione Nazionale e delle interconnessioni con l'estero, attività di rinnovo degli asset e miglioramento della qualità del servizio ed efficienza". E dare al Paese "un bel contributo alla ricchezza e al lavoro" con la creazione in cinque anni di posti diretti e indiretti stimati per circa 15mila persone. L'Assemblea ordinaria degli Azionisti, dopo la presentazione di Luigi Ferraris, ha approvato il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2018 e deliberato un dividendo di 23,32 centesimi di euro per azione relativo all'intero esercizio 2018. Confermando la guidance 2019, l'AD ha inoltre evidenziato la notevole crescita del gruppo in Borsa: "Dall'inizio dell'anno ad oggi il titolo Terna ha registrato una performance positiva pari a +9,5%".

 

Per maggiori informazioni:
http://download.terna.it/terna/0000/1206/86.PDF

Articoli correlati

Cookies Policy