E-mobility: Luigi Ferraris a Torino per la firma dell’accordo Terna - FCA

Executive Manager - Luigi Ferraris

È stato firmato nel Terna Innovation Hub di Torino l'innovativo accordo che lega il gruppo guidato da Luigi Ferraris a FCA.

Obiettivo: la nascita di un nuovo laboratorio specializzato nello sviluppo della tecnologia "vehicle to grid". L'auto elettrica non più solo consumatrice ma anche produttrice di energia: le due realtà hanno quindi deciso di unire le competenze acquisite nei loro settori di attività per collaborare significativamente nel traghettare il Paese in un futuro segnato dalla mobilità elettrica. Il progetto nasce in risposta a una necessità che si prospetta per gli utilizzatori delle e-car: al calare del sole infatti un numero crescente di proprietari metterà in carica le loro auto, andando quindi a incidere sull'equilibrio tra domanda e offerta di energia. Ecco perché si pensa alle auto non solo come utilizzatrici, ma anche come fonti di energia elettrica. E, come ha spiegato l'Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna Luigi Ferraris, "è necessario che l'energia richiesta istante per istante sia sempre bilanciata da quella prodotta" anche se ora si sta invertendo il paradigma e si punta "non più sulle fonti fossili ma anche su quelle rinnovabili".
"Due anni fa sono partiti i nostri progetti pilota e tra questi rientrano le vetture elettriche, vere e proprie batterie con le ruote. E come Terna vogliamo proseguire con decisione su queste risorse di flessibilità: qui rientra l'accordo con FCA" ha aggiunto l'AD e DG Luigi Ferraris. I due gruppi sono al lavoro anche su un altro tema cruciale per l'evoluzione della mobilità collettiva: il possibile riutilizzo delle batterie esauste.

 

Articoli correlati

Cookies Policy