F2i in corsa per l’acquisizione del 70% di Edison da EDF

Il fondo amministrato da Vito Gamberale diventerebbe il secondo operatore nel settore eolico a livello nazionale

Vito Gamberale, Amministratore Delegato di F2i

Secondo quanto riporta l'Agenzia Reuters, il Gruppo francese EDF punterebbe, entro la fine di giugno, alla vendita di una quota del 70% della divisione italiana di Edison, societĂ  specializzata nel settore delle energie rinnovabili, con particolare presenza nell'eolico. Il potenziale acquirente sarebbe F2i - Fondi italiani per le infrastrutture, la SocietĂ  di Gestione del Risparmio specializzata in investimenti nelle infrastrutture amministrata da Vito Gamberale.


L'Agenzia, che fa riferimento a due fonti indicate nel pezzo come informate sulle trattative tra Edison ed F2i, ricorda che Edison detiene in Italia una dotazione di impianti eolici per una potenza complessiva di circa 600 MW e che F2i risulta favorito, dopo che altri potenziali investitori (tra cui il fondo britannico Terra Firma e la societĂ  di private equity statunitense First Reserve) si sono tirati indietro per questioni legate alla governance.
La stessa corporate governance di Edison sarebbe, secondo la Reuters, il motivo di una lunga trattativa che starebbe però finalmente giungendo a conclusione, e che potrebbe portare il fondo amministrato da Vito Gamberale al controllo del secondo operatore nazionale nel settore eolico.
Edison ed F2i hanno rifiutato di commentare le indiscrezioni.
Attualmente, F2i - che ha investito attraverso i suoi due Fondi oltre 2 miliardi di euro nei settori degli aeroporti, delle TLC, dei servizi idrici integrati, del waste-to-energy e della distribuzione del gas - è presente nel settore delle rinnovabili con una quota del 15,7% in Alerion Clean Power, specializzata nel settore dell'energia eolica, e del 49,8% in HFV - Holding Fotovoltaica, specializzata nell'energia solare e da fotovoltaico.

Maggiori informazioni

Fonte articolo

Articoli correlati

Cookies Policy