FONDAZIONE GIOVANI LEONI ETS PRESENTA LA MOSTRA: “L’Intangibilità del colore”

Mostra personale dell'artista Domenico D'Oora a cura di Giorgio T. Costantino
la Fondazione sostiene interventi nel settore dell'assistenza socio-sanitaria in favore dei bambini con disabilità

Inaugurazione venerdì 11 Ottobre, ore 18.00
Villa Scabello - Via Varotara 57, Mirano (Ve)

 

" Il disegno deve risultare dal colore, se si vuole che il mondo sia reso nella sua densità, poiché esso è una massa senza lacune, un organismo di colori, attraverso i quali la fuga della prospettiva, i contorni, le rette e le curve si dispongono come linee di forza, e la dimensione spaziale si costituisce vibrando."(Maurice Merleau-Ponty, Senso e non senso, trad.it., il Saggiatore, Milano 2016, p. 54 )

 

Fondazione Giovani Leoni ETS organizza e ospita, da venerdì 11 ottobre fino a lunedì 11 novembre, la mostra personale dell'artista Domenico D'Oora "L'Intangibilità del colore" presso Villa Scabello, sede della Fondazione. L'esposizione, curata da Giorgio T. Costantino con un catalogo presentato da Giorgio Bonomi e Massimo Donà, si focalizza nel raccontare, attraverso le opere dell'artista, il rapporto con il territorio.


L'artista che espone è Domenico D'Oora nato a Londra nel 1953 e vive a Castelveccana (Va). Dopo il Liceo Artistico nel 1976 si laurea in Pittura all'Accademia di Belle Arti di Brera con Guido Ballo e qui frequenta lezioni di psicologia della forma e Cromatologia. Dagli anni 2000 inizia una concentrazione minimale con superfici monocrome e supporti svasati, realizzando un effetto di pittura - scultura aggettante dove le opere sono connotate dall'offrirsi del colore/spazio in una multidimensionale fisicità. Con gallerie in Italia, Germania e Svizzera realizza 50 mostre personali. Dal 1998 è conduttore del Laboratorio di Arteterapia della U.O. Psichiatria.

Cookies Policy